Chi Siamo.

La mia storia e i motivi della mia scelta.

La VILLA che vale doppio

La mia grande avventura personale con la moto Villa iniziò quando io sottoscritto Corrà Maurizio nel febbraio del 1979 dismisi il mio KTM 250 e comperai la mia prima moto VILLA cc 350 mod. Enduro nel negozio del famoso Franco Picco, pilota ufficiale della Villa nonché campione italiano. Moto che da allora continua a regalarmi enormi soddisfazioni.

Poi per circa 15 anni la mia passione viene soddisfatta solamente con qualche bella crossata per le colline ignorando totalmente il meraviglioso mondo degli appassionati delle moto d' epoca.

Fino a che nell'inverno del 1994 a Monteforte, il paese dove abito, mi venne proposta una Moto Villa come la mia in condizioni a dir poco pietose, infatti non ho mai più rivisto una moto in un simile stato. La comprai solo per aver qualche pezzo di ricambio in caso di rotture dell'altra. Ma più passavano i giorni e più quella moto malridotta acquistava un fascino inspiegabile ma nello stesso tempo meraviglioso: Chi sa di chi era stata? Forse di un pilota? Chi sa che storia si portava dietro da tanti anni...?

Fino a che mi resi conto che non avrei mai avuto la forza per smantellarla definitavemente e che quindi l'avrei fatta risorgere e l'avrei riportata allo splendore che meritava, ma non con qualche accorgimento qua e là o accontentandomi di qualche compromesso, non potevo anzi non dovevo scendere a compromessi... avrei fatto i lavori come si doveva fare!!!

Moto Villa da restaurare

Allora mi rivolsi a Picco Riccardo, fratello di Franco, essendo stati sempre amici, ma non perché la restaurasse ma per saper dove si potevano trovare i pezzi di ricambio. Grazie a lui presi appuntamento con l'allora sconosciuto signor Villa Francesco.

Confesso che all'inizio ebbi l'impressione di non piacere molto a quest'uomo con un espressione un po' crucciata e con uno sguardo cosi tagliente e investigativo. Egli fa ben capire al suo interlocutore come dentro ad ogni sua occhiata o dentro ad ogni sua parola c'é un animo geniale e guerriero forgiato in moltissimi anni di forti battaglie ed esperienze e di un'esistenza vissuta intensamente senza risparmiarsi niente.
Sondate che le nostre umili intenzioni erano mosse dallo spirito sincero dell'appassionato qualcosa ci vendette ma poca roba.

Da allora tantissimi eventi sono accaduti nel corso degl'anni come l'incontro inaspettato e la conseguenza amicizia con i signori Bacci Domenico e Pedrazzi Giuseppe fondatori del "MotoClubVilla".

Ma la cosa più bella e più appagante è la meravigliosa amicizia che ci lega ad una persona speciale come il buon Villa.
Oggi anche il numero delle moto è cambiato da 2 siamo passati ad una sessantina, in questi quindici anni siamo riusciti a completare tutta la gamma delle moto VILLA da cross con doppio ammortizzatore (quelle con il mono è in dirittura di arrivo).

Nel mezzo abbiamo anche ben 5 moto ufficiali di cui 4 provenienti direttamente da Francesco, e ben 5 repliche di moto ufficiali montanti i motori ufficiali dell epoca avuti sempre da Francesco.

Mercatino di Padova insieme a Francesco Villa

Certo è che, tra la passione, tra i restauri, tra l'interesse insaziabile verso la storia della moto VILLA e tra la stretta vicinanza alla persona di Francesco oggi ci ritroviamo in una posizione imbarazzante e molto particolare tale da apparire su documentari televisivi sulla Moto Villa e tale che la rivista "MOTOCICLISMO d'EPOCA" ci ha annoverati nella pagina degli esperti MOTO VILLA.

Inoltre, cosa sicuramente più importante, nel corso degl'anni tra noi e Francesco è nata anche una consolidata collaborazione che ci ha spinto e permesso di essere presenti anche nei Mercatini e MOSTRE SCAMBIO per sottolineare e testimoniare che la moto VILLA c'era, c'è tuttora e ci sarà per ancora moltissimi anni.




Ma perché proprio del VILLA? Semplice ...

Tornando a quel giorno famoso in cui si iniziò la mia avventura devo dire che le motivazioni che mi spinsero furono molteplici ...

Premetto e ci tengo molto a sottolineare tutta l' ammirazione per qualsiasi moto di qualsiasi nazionalità degli anni 60/70/80 visto che mi sono rimaste tutte nel cuore... ma la moto VILLA è una creatura tutta italiana che dal 1968/69 iniziò la produzione delle moto da Cross, aggiungendole alle moto da velocità.

Bomba da Modena: Villa 125 Cross

Partendo poi dal 1973, iniziò la produzione di moto completamente progettate e costruite autonomamente sia per ciclistica sia per il motore.

Tutti sappiamo che in poco tempo questi propulsori crossistici non tardarono a dare dei risultati; e tutti sappiamo a quale sforzo si è dovuto sottoporre Francesco Villa in quanto da artigiano non aveva le capacità finanziarie di tante altre case consolidate nel mercato italiano e internazionale.

Il reparto corse, sempre ben curato da Francesco, contava anche sull'aiuto del famoso fratello Walter Villa (pluricampione del mondo come pilota di velocità), e negli anni settanta e ottanta la Villa ha dato il suo bel contributo al motocross italiano ed internazionale regalando alla casa Italiana molte vittorie e svariati campionati.

Il reparto produzione, nonostante rimanga nell'artigianato, è arrivato a sfornare migliaia di moto all'anno. Segno questo, che la moto VILLA piaceva e dava soddisfazione nei due stili: il cross e l'enduro.

Ecco perché noi abbiamo scelto la moto VILLA, perché oltre al suo corpo ferruginoso e alla sua linea sempre all'avanguardia, c'è all'interno l'anima del costruttore. L'uomo instancabile che non si è mai fermato davanti a nessun problema inerente alle sue creature. L'uomo che ancora oggi è ancora presente nei CAMPIONATI D'EPOCA ITALIANI (dove sta raccogliendo moltissime vittorie) pronto a fare da meccanico ai piloti.

Picco 1980 cc 410

L'uomo che è conosciuto in tutto il mondo della moto per la sua generosità verso tutti, anche se sono degli avversari in pista.

Dunque rendere onore alla storia cosi appassionante e marchiata con la firma di un artigiano geniale di altri tempi è una cosa dovuta e che ci riempie sempre di un immenso piacere e soddisfazione.



Adesso cosa dobbiamo ancora dire... siamo qui per mettere la nostra esperienza a disposizione di altri appassionati del mondo delle due ruore con le tacche.